10/12/09

merkel sta zitta

"in italia succede un fatto particolare di transizione a cui dobbiamo rimediare: la sovranità, dice la costituzione, appartiene al popolo e il parlamento fa le leggi, ma se queste non piacciono al partito dei giudici questo si rivolge alla corte costituzionale e la corte abroga la legge. la maggioranza sta lavorando per cambiare la situazione anche attraverso una riforma della Costituzione". dichiarazione di berlusconi all'indomani del parere della sesta commissione del csm che ha riscontrato "elementi di incostituzionalità" nel ddl sul processo breve tnuta durante il congresso del ppe.

le parole di Berlusconi prendono di sorpresa ed imbarazzano i popolari europei.
che sembrano volersi tenere lontani dalla polemica, anche perchè il pdl è il partito più forte all'interno del partito popolare europeo...

la risposta di fini invece c'è. "è certamente vero che la sovranità appartiene al popolo, ma il presidente del consiglio non può dimenticare che esso 'la esercita nelle forme e nei limiti della costituzione' (art. 1). ed è altresì incontestabile che gli articoli 134 e 136 indicano chiaramente il ruolo di garanzia esercitato dalla corte costituzionale".

Nessun commento:

Posta un commento