21/03/10

15 a 1

DEMOCRAZIA INQUINATA 26

quante volte sono state riportate dichiarazioni di berlusconi e bersani nei telegiornali rai e fininvest? berlusconi è capo della maggioranza e si può dire che bersani è il capo dell'opposizione. in campagna elettorale devono essere all'incirca visibili allo stesso modo*, altrimenti i cittadini vengono falsamente influenzati, giusto? peccato che stavolta non è stato così!

* in realtà sarebbe bello che una campagna elettorale per le regionali si concentrasse sui candidati presidenti e sui partiti regionali (tutti, non solo pd e pdl), ma la politica di oggi è purtroppo troppo dipendente dai rapidi canali di informazione dei nostri giorni per potersi permettere una campagna elettorale lenta, ragionata, piena di contenuti. sappiamo che una frase come "non faccio pagare più l'ici" ha trasbordato centinaia di migliaia di voti... come si può pensare che un politico si metta a parlare seriamente?

n.b.: è ovvio che la quantità di notizie su un singolo politico dipende anche da quantità e qualità di cose che vengono da lui dette. (la qualità deve essere interpretata non come qualità politica delle proposte, bensì come qualità telegenica delle frasi dette). berlusconi è ovviamente il grande stratega per questo "grande" popolo italiano, ma la disparità tra berlusconi e bersani è stata così grossa che non può essere giustificata soltanto da questo elemento, nè dal fatto che berlusconi è presidente del consiglio e quindi arrivano informazioni che non riguardano la campagna elettorale bensì le azioni di governo (anche se, sappiamo bene, le azioni di governo pre-elettorali sono spesso intrise di populismo e tatticismo elettorale). il problema è sempre quello, che giustifica il termine "democrazia inquinata": la concentrazione dei media di massa (da non confondersi con i media di nicchia e semi-nicchia, cioè i quotidiani, i blog, le radio minori) nlle mani di una persona rende l'esercizio della democrazia un po' monco.

Nessun commento:

Posta un commento