19/02/11

durnwalder con la pancia

il presidente della provincia louis durnwalder non parteciperà ai festeggiamenti del centocinquantenario dell'unità d'italia per non perdere consensi. infatti se c'andasse qualcuno del swp potrebbe averne a male.

questa almeno è la mia interpretazione. lui ha detto che non ci va perchè il gruppo linguistico tedesco non ha nulla da festeggiare in quanto nel 1919 non è stato loro chiesto se entrare in italia e perchè tra il 1919 e il 1950 subirono discriminazione razziali.

quando smetteranno questi politici a pensare “con la pancia”? (ovviamente mai, perchè con la pancia pensa l'elettorato)
durante il fascismo sono tanti i problemi razziali, sociali, politici... non credo che i festeggiamenti sono per quel ventennio!!! e non credo che gli ebrei italiani si dissoceranno di festeggiare perchè i loro progenitori sono stati perseguitati.
inoltre alla fine della prima guerra mondiale molti sono stati gli spostamenti di confine, forse allora non giustificati, ma ora, dopo quasi cent'anni, superati. difatti mi fa piacere che l'italia di oggi difenda (e paga profumatamente) l'autonomia di bolzano e le minoranze linguistiche. forse se n'è accorto anche durnwalder...

Nessun commento:

Posta un commento