11/07/11

doppi incarichi politici: tutti i nomi

questa e´ la lista degli indegni politici che hanno doppi o tripli incarichi. e´ piu´ che ovvio che piu´ lavori si svolgono e piu´ diminuisce l'efficienza (ma piu´ aumenta la busta paga...)

vincenzo nespoli
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune afragola (na) (partito: pdl)
franco orsi
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune albisola superiore (sv) (partito: pdl-lega)
adriano paroli
deputato (gruppo: pdl)
sindaco comune brescia (bs) (partito: cen-des(ls.civiche))
raffaele stancanelli
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune catania (ct) (partito: pdl)
filippo saltamartini
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune cingoli (mc) (partito: il popolo della libe)
michele traversa
deputato (gruppo: pdl)
sindaco comune catanzaro (cz) (partito: cen-des)
nicolo' cristaldi
deputato (gruppo: pdl)
sindaco comune mazara del vallo (tp) (partito: pdl)
antonio azzollini
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune molfetta (ba) (partito: cen-des(ls.civiche))
marco zacchera
deputato (gruppo: pdl)
sindaco comune verbania (vb) (partito: cen-des)
giulio marini
deputato (gruppo: pdl)
sindaco comune viterbo (vt)
carmelo morra
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune monteleone di puglia (fg) (partito: lista civica)
filippo piccone
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune celano (aq) (partito: pdl)
remigio ceroni
deputato (gruppo: pdl)
sindaco comune rapagnano (fm) (partito: )
giuseppe firrarello
senatore (gruppo: pdl)
sindaco comune bronte (ct) (partito: pdl)
giovanna negro
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune arcole (vr) (partito: lega)
fabio rizzi
senatore (gruppo: lega)
sindaco comune besozzo (va) (partito: lega)
claudio d'amico
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune cassina de' pecchi (mi) (partito: pdl-lega)
luciano dussin
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune castelfranco veneto (tv) (partito: cen-des)
gianpaolo vallardi
senatore (gruppo: lega)
sindaco comune chiarano (tv) (partito: lega
sandro mazzatorta
senatore (gruppo: lega)
sindaco comune chiari (bs) (partito: cen-des)
massimo bitonci
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune cittadella (pd) (partito: lega
giacomo chiappori
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune diano marina (im) (partito: )
gianvittore vaccari
senatore (gruppo: lega)
sindaco comune feltre (bl) (partito: cen-des(ls.civiche))
cesarino monti
senatore (gruppo: lega)
sindaco comune lazzate (mb) (partito: lega)
marco desiderati
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune lesmo (mb) (partito: cen-des(ls.civiche))
gianluca forcolin
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune musile di piave (ve)
pierguido vanalli
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune pontida (bg) (partito: lega)
manuela lanzarin
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune ros
simonetta rubinato
deputato (gruppo: pd)
sindaco comune roncade (tv) (partito: lista civica)
cesare marini
deputato (gruppo: pd)
sindaco comune san demetrio corone (cs) (partito: )
angelo cera
deputato (gruppo: udc)
sindaco comune san marco in lamis (fg) (partito: udc)
gianluca buonanno
deputato (gruppo: lega)
sindaco comune varallo (vc) (partito: lega), vicesindaco comune borgosesia (vc) (partito: lega), consigliere consiglio comunale varallo (vc) (lista di elezione: lega), segretario provinciale - lega nord (provincia vercelli)
alessandro montagnoli
deputato (gruppo: lega)
vicepres. camera (gruppo: lega), sindaco comune oppeano (vr) (partito: lega)
luigi de magistris
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo dell' alleanza dei democratici e dei liberali per l' europa)
sindaco comune napoli (na) (partito: idv)
mario mantovani
sottosegretario infrastrutture e trasporti (partito: pdl)
senatore (gruppo: pdl), sindaco comune arconate (mi) (partito: lista civica)
nunziante consiglio
deputato (gruppo: lega)
vicesindaco comune cazzano sant'andrea (bg) (partito: lista civica)
angela maraventano
senatore (lista di elezione: lega)
vicesindaco comune lampedusa e linosa (ag) (partito: )
mauro cutrufo
senatore (gruppo: pdl)
vicesindaco comune roma (rm) (partito: pdl)
ettore pietro pirovano
deputato (gruppo: lega)
pres. giunta provincia bergamo (partito: lega)
roberto simonetti
deputato (gruppo: lega)
pres. giunta provincia biella (partito: lega), consigliere provincia biella (lista di elezione: lega), consigliere consiglio comunale mongrando (bi) (lista di elezione: lista civica)
daniele molgora
deputato (gruppo: lega)
pres. giunta provincia brescia (partito: lega)
antonio pepe
deputato (gruppo: pdl)
pres. giunta provincia foggia (partito: cendes)
antonello iannarilli
deputato (gruppo: pdl)
pres. giunta provincia frosinone (partito: cen-des)
maria teresa armosino
deputato (gruppo: pdl)
pres. giunta provincia asti (partito: cen-des(ls.civiche))
cosimo sibilia
senatore (gruppo: pdl)
pres. giunta provincia avellino (partito: cen-des)
luigi cesaro
deputato (gruppo: pdl)
pres. giunta provincia napoli (partito: cen-des)
edmondo cirielli
deputato (gruppo: pdl)
pres. giunta provincia salerno (partito: pdl)
giuseppe romele
deputato (gruppo: pdl)
vicepres. provincia brescia (partito: pdl)
fedele sanciu
senatore (gruppo: pdl)
pres. giunta provincia olbia-tempio (partito: pdl)
daniele bosone
senatore (gruppo: pd)
pres. giunta provincia pavia (partito: pd)
domenico zinzi
deputato (gruppo: udc)
pres. giunta provincia caserta (partito: udc)
bruno tabacci
deputato (gruppo: misto)
assessore comune milano (mi) (partito: api)
alfredo antoniozzi
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo del partito popolare europeo (democratici-cristiani) e dei democratici europei)
assessore comune roma (rm) (partito: pdl)
bruno alicata
senatore (gruppo: pdl)
assessore comune siracusa (sr) (partito: pdl)
paolo romani
ministro sviluppo economico (partito: pdl)
deputato (gruppo: pdl), assessore comune monza (mb)
carlo ciccioli
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale ancona (an) (lista di elezione: il popolo della libe)
simeone di cagno abbrescia
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale bari (ba) (lista di elezione: pdl)
michaela biancofiore
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale bolzano - bozen (bz) (gruppo: pdl)
fabrizio di stefano
senatore (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale chieti (ch) (gruppo: pdl)
luigi vitali
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale francavilla fontana (br) (lista di elezione: il popolo della libe)
carlo sarro
senatore (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale piedimonte matese (ce) (lista di elezione: lista civica)
dorina bianchi
senatore (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale crotone (kr) (gruppo: udc)
marcello di caterina
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale portici (na) (lista di elezione: il popolo della libe)
roberto antonione
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale trieste (ts) (lista di elezione: pdl)
isidoro gottardo
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale sacile (pn) (lista di elezione: il popolo della libe)
lucio barani
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale villafranca in lunigiana (ms) (lista di elezione: indipendente)
alessandro pagano
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale san cataldo (cl) (lista di elezione: fi)
paola pelino
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale sulmona (aq) (lista di elezione: partito delle libert)
riccardo de corato
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale milano (mi) (lista di elezione: pdl)
settimo nizzi
deputato (gruppo: pdl)
consigliere consiglio comunale olbia (ot) (gruppo: pdl)
maurizio fugatti
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale avio (tn) (lista di elezione: an)
maria piera pastore
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale borgomanero (no) (lista di elezione: lega)
fulvio follegot
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale caneva (pn)
gian carlo di vizia
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale la spezia (sp) (lista di elezione: lega)
massimiliano fedriga
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale trieste (ts) (lista di elezione: lega)
marco maggioni
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale valle lomellina (pv) (lista di elezione: lista civica)
enrico montani
senatore (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale verbania (vb) (lista di elezione: lega)
alberto filippi
senatore (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale vicenza (vi) (gruppo: lega)
manuela dal lago
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale vicenza (vi) (gruppo: lega)
emanuela munerato
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale lendinara (ro) (lista di elezione: lega)
renato walter togni
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale locana (to) (lista di elezione: lega)
massimo garavaglia
senatore (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale marcallo con casone (mi) (lista di elezione: lega)
massimo polledri
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale piacenza (pc) (lista di elezione: lega)
luciano cagnin
senatore (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale piombino dese (pd)
angelo alessandri
deputato (gruppo: lega)
consigliere consiglio comunale reggio nell'emilia (re) (lista di elezione: lega)
francesco rutelli
senatore (gruppo: misto)
consigliere consiglio comunale roma (rm) (lista di elezione: lista civica - cen-sin)
nedo lorenzo poli
deputato (gruppo: udc)
consigliere consiglio comunale coreglia antelminelli (lu) (lista di elezione: centro sinistra (liste civiche))
amedeo ciccanti
deputato (gruppo: udc)
consigliere consiglio comunale ascoli piceno (ap) (gruppo: udc)
luca volonte'
deputato (gruppo: udc)
consigliere consiglio comunale rovello porro (co) (lista di elezione: lista civica)
ugo sposetti
deputato (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale viterbo (vt) (lista di elezione: cen-sin(ls.civiche))
gian piero scanu
senatore (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale olbia (ot) (lista di elezione: pd)
massimo vannucci
deputato (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale macerata feltria (pu) (lista di elezione: pd)
tea albini
deputato (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale firenze (fi) (gruppo: pd)
franca maria grazia biondelli
senatore (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale borgomanero (no) (lista di elezione: margh.it.di mez)
mario cavallaro
deputato (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale camerino (mc) (lista di elezione: lista civica)
vincenzo de luca
senatore (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale avellino (av) (lista di elezione: pd)
antonio rusconi
senatore (gruppo: pd)
consigliere consiglio comunale valmadrera (lc) (lista di elezione: lista civica)
roberto marmo
deputato (gruppo: ir)
consigliere consiglio comunale canelli (at) (lista di elezione: lista civica)
maurizio grassano
deputato (gruppo: ir)
consigliere consiglio comunale alessandria (al) (gruppo: misto)
vincenzo d'anna
deputato (gruppo: ir)
consigliere consiglio comunale santa maria a vico (ce) (lista di elezione: popolo liberta')
amalia sartori
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo del partito popolare europeo (democratici-cristiani) e dei democratici europei)
consigliere consiglio comunale vicenza (vi) (gruppo: pdl)
matteo salvini
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo europa della libert
consigliere consiglio comunale milano (mi) (lista di elezione: lega)
giancarlo scotta'
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo europa della libert
consigliere consiglio comunale vittorio veneto (tv) (gruppo: lega)
oreste rossi
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo europa della libert
consigliere consiglio comunale alessandria (al) (gruppo: lega)
giommaria uggias
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo dell' alleanza dei democratici e dei liberali per l' europa)
consigliere consiglio comunale olbia (ot) (gruppo: idv)
roberto castelli
viceministro infrastrutture e trasporti (partito: lega)
senatore (gruppo: lega)
nello musumeci
sottosegretario lavoro (partito: la destra)
consigliere consiglio comunale catania (ct) (lista di elezione: la destra)
carlo monai
deputato (gruppo: idv)
consigliere consiglio comunale cividale del friuli (ud) (gruppo: idv)
enrico musso
senatore (gruppo: ucd-svp-aut)
consigliere consiglio comunale genova (ge) (gruppo: misto)
cosimo izzo
senatore (gruppo: pdl)
consigliere provincia benevento (lista di elezione: izzo presidente)
piergiorgio massidda
senatore (gruppo: pdl)
consigliere provincia cagliari (lista di elezione: lista civica - cen-des)
franco asciutti
senatore (gruppo: pdl)
consigliere provincia perugia (lista di elezione: pdl)
tommaso foti
deputato (gruppo: pdl)
consigliere provincia piacenza (lista di elezione: pdl), consigliere consiglio comunale pianello val tidone (pc) (lista di elezione: lista civica - insieme per il nostro futuro)
chiara braga
deputato (gruppo: pd)
consigliere provincia como (gruppo: pd), consigliere consiglio comunale bregnano (co) (lista di elezione: lista civica)
luigi bobba
deputato (gruppo: pd)
consigliere provincia vercelli (lista di elezione: pd)
mandell valli
senatore (gruppo: lega)
consigliere provincia como (gruppo: lega), consigliere consiglio comunale lezzeno (co) (lista di elezione: lega)
giovanni fava
deputato (gruppo: lega)
consigliere provincia mantova (lista di elezione: lega), consigliere consiglio comunale sabbioneta (mn) (lista di elezione: lega)
adriana poli bortone
senatore (gruppo: cn)
consigliere provincia lecce (lista di elezione: lista civica)
pietro marcazzan
deputato (gruppo: udc)
consigliere provincia mantova (lista di elezione: udc), pres. consiglio comunale goito (mn) (lista di elezione: lista civica)
erminia mazzoni
deputato parlamento eu (gruppo: gruppo del partito popolare europeo (democratici-cristiani) e dei democratici europei)
consigliere provincia benevento (lista di elezione: udc)

47 commenti:

  1. schifosi di merda

    RispondiElimina
  2. Scusa,ma non vedo il problema!!!!
    Anche ognuno di noi, se facciamo 2 o 3 lavori...è ovvio che guadagnamo di più!!
    Non ti pare?E anche noi siamo meno efficenti...

    RispondiElimina
  3. Anch'io faccio 3 lavori diversi!!!e a volte la stanchezza ti porta ad essere meno efficente!!
    E' umano!...ma lavorare e guadagnare è indispensabile.

    RispondiElimina
  4. ma di pensione..... nn si prende quanto loro

    RispondiElimina
  5. Guadagnare di più e lavorare molto è un valore!!,non un difetto!
    Se tutti lavorassimo di più come i tedeschi,l'Italia starebbe molto meglio.

    RispondiElimina
  6. Dimentichi che i SINDACI hanno pure le commissioni ( che difficilmente affidano ad altri) e che ogni commissione dalle mie parti "frutta " circa 800,00 euro mensili.

    RispondiElimina
  7. E' ovvio che chi guadagna di più nella vita lavorativa,ha anche una pensione più elevata!!
    E' cosi' in tutto il mondo libero.
    Lavorare di più per avere di più.
    Io lavoro poco guadagno poco,e mi sta bene cosi'!

    RispondiElimina
  8. Ma ragazzi!..guadagnare tanto è una buona cosa per l'Italia!!!Chi guadagna di più spende anche di più e contribuisce a fare PIL.

    RispondiElimina
  9. Se guadagnassimo tutti poco l'Italia sarebbe come l'Ouganda !! e non la 7° potenza industriale!!!
    e avremmo 10 milioni di disoccupati!!!
    Meno male che qualcuno guadagna tanto e spende tanto.

    RispondiElimina
  10. La lista qui sopra,..sono persone che spendono minimo 5000 euro al mese!!!meno male altrimenti sai quanta disoccupazione in più!

    RispondiElimina
  11. E poi meglio stare in un paese dove ci sono tanti ricchi che tanti poveri.
    Ci scanneremmo tra di noi.

    RispondiElimina
  12. Non bisogna diminuire lo stipendio a nessuno!!!!
    Semmai chi guadagna poco deve guadanare di più!!
    Cosi' si fa salire il PIL.
    E non togliendo soldi.

    RispondiElimina
  13. STRONZI!CHE SIGNIFICA LAVORARE DI PIU' E GUADAGNARE DI PIU'! OGGI C'E' UNA MAREA DI GENTE LAUREATA CHE NON RIESCE NEPPURE A PERCEPIRE UNO STIPENDIO DEGNO DI TALE NOME. FIGURIAMOCI SE A LORO E' PERMESSO DI PERCEPIRNE DUE. MA FATEMI RIDERE.

    RispondiElimina
  14. Ma,scusate: perchè si parla ancora di Scilipoti?
    Pensate alla vostra vita non a quella degli altri!!migliorate la vostra!...Scilipoti ci pensa lui alla sua.

    RispondiElimina
  15. che massa di ignoranti siete!

    RispondiElimina
  16. perche nella p.a. non si puo e questi possono tutto.ammettere la propria ignoranza e essere gradi.ma credersi grandi come molti che giustificano la casta e essere imbecilli

    RispondiElimina
  17. Un minimo di decenza vorrebbe che un eletto ad una delle due importanti cariche parlamentari si astenesse dal ricoprire altri impegni remunerati, che vanno certamente a detrimento della non facile e spesso onerosa carica.Una volta era obbligatorio cessare tutte le diverse occupazioni,ma oggi,siamo in piena anarchia morale che,purtroppo, giustifica qualsiasi altra scelta personale.

    RispondiElimina
  18. ma che cazzo ci avete nel cervello, qui non c'è lavoro e si muore di fame e gli altri hanno doppia pancia. muoviamoci e faciamoli neri. basta co sti ladroni. sveglatevi

    RispondiElimina
  19. tutto leggitimo se non fossero incarichi pubblici se permettete si posso fare 2 3 lavori ma la cifra difficilmente la decidi tu

    RispondiElimina
  20. va tuttto bene perche no.

    RispondiElimina
  21. e si pecccato che chi prende i doppi/Tripli incarichi non lo fa per il cittadino ma per le sue tasche anzichè prendere 10 000 euro /mese ne guadagna 15000 o 20 000 (per arrotondare)
    sottolineamo anche il fatto che sono tutti affiliati , amici degli amici degli amici, scambi di favore a parte (TU cittadino Normale non entrerai mai a far parte della cerchia ristretta).
    Insomma basti vedere come è la situazione in Italia per capire da quali esseri merdosi siamo governati sinistra e destra centro ecc...

    RispondiElimina
  22. ma quanti cazzo di politici di merda dobbiamo mantenere chi sono queste merde che si grattano la pancia dalla mattina alla sera a 20000 euro al mese. perchè sti porci non si dimezzano lo stipendio? anzi se lo aumentano

    RispondiElimina
  23. Scusate, ma credo che qualcuno che ha scritto sia di parte.... credo che tutto questo malessere sia dovuto solo a NOI cittadini RINCOGLIONITI che non abbiamo il coraggio di ribellarci a tutto questo sistema! Vi sembra normale che lavoratori normali e pensionati (quando va bene) vivano con uno stipendio di 1.000 euro? mentre c'è gente che ci governa che lavora nelle alte cariche quà e là che vive con stipendi pari a 10 volte il nostro? Per me non è solo ingiustizia e che noi in Italia accettiamo di tutto! e non facciamo mai nulla

    RispondiElimina
  24. la cazzata del secolo è che chi guadadagna di piu spende anche di piu ( ma che cazzo scrivi ignorante) chi guadagna di piu quasi sempre è un tirchio di merda e vuole guadagnare sempre di piu (Berlusconi scajola sono solo esempi) per non parlare di D'alema e tutti i restanti politici che anzichè pagare un affitto normale lo pagano al 20% rispetto un cittadino ITALIANO NORMALE e ti posso fare altri 1000 esempi.(vogliamo parlaare della mensa al parlamento schifoso) Ma dove cazzo vivi sei un politico un benestante? che cazzo di commenti fai abbi rispetto per gli altri

    RispondiElimina
  25. L'analisi: Incapaci, ignoranti (quasi nessuno conosce una lingua straniera ne tantomeno l'italiano. Se fossero a capo di un'azienda la farebbero fallire in mezza giornata e c'è pure chi li vota. CHE SCHIFO!!!!!

    RispondiElimina
  26. Il figlio di Bossi percepisce 10.000 euro al mese. L'hanno sbattuto fuori dal liceo perchè troppo ignorante. Ma chi l'ha votato?

    RispondiElimina
  27. sti pezzi di merda si auto eleggono tu voti il partito ma la testa di cazzo ce la mettono loro

    RispondiElimina
  28. REAGIAMO: basta al finanziamento dei partiti,
    Basta finanziamenti al Clero. Il Vaticano è lo Stato più ricco del mondo.
    Basta finanziare la RAI dove la maggior parte dei dipendenti "specializzati" sono parenti di politici. Basta finanziamenti alla carta stampata, basta finanziamenti al sud (se non ci fanno sapere dove hanno messo 70 anni di mangerie e fare pagare i colpevoli. Ai dirigenti che fanno fallire le aziende Statali togliere la buona uscita e dimezzargli la pensione. Mandare in fonderia chi è mantenuto dai partiti partiti politici, cioè non produce se non per il sui boss.Basta ai finanziamenti alle radio. Tagliare nettamente la politica. Ci sarebbe ancora bisogno di manovre ? Un modo di protestare c'è: non si vota più. Si va in Banca a ritirare tutto quello che si ha. Non usiamo per un po di tempo la macchina. Non comperiamo più le cose superflue. Accadrà qualcosa no!

    RispondiElimina
  29. Anonimi idioti.Il problema non è più lavori più guadagni.Il problema è che nessuno ha il dono di essere uno e trino.Se uno è a Roma a fare il senatore,non può essere nel suo paesello a fare il sindaco.
    Uno x tutti,se de magistris è a napoli a fare il sindaco,non è a bruxelles a fare in deputato,però intasca due stipendi lo stesso.
    Alla faccia mia,ma sopratutto alla faccia vostra che li votate e li apprezzate...
    ITALIDIOTI

    RispondiElimina
  30. Ai tempi dell'imperatore Vespasiano, mise le cariche di stato all'asta: chi offriva di più prendeva la carica.
    Tanto sono tutti ladri, almeno pagheranno in anticipo una parte del futuro furto.

    RispondiElimina
  31. due tre incarichi dovrebbe essere di competenza il codice penale che oggi cosi non è chiedo un referendum per istituire articolo di legge con sanzione ergastolo piu confisca di tutti i beni personali credo che democraticamente si potrebbe arrivare a questo se gli italiani invece di guardare il calcio imparassero a fare i propri interessi perchè gli ricordo che una volta si andava in pensione a 55 anni domani loro sanoa a quanto andranno in pensione mica crederanno alle favole che si vive di piu e per di piu a quasi la meta dell importo meglio allora incominciare a pensare come arrivare democraticamente a quanto sopra esposto

    RispondiElimina
  32. Alle camere é in discussione la manovra economica, vediamo se qualcche gruppo politico avrà il coraggio civile di proporre una tassazione progressiva per tutti i proventi, compresi quelli dei parlamentari e che salvi i redditi bassi. In tal modo si taglierebbero gli incarichi plurimi e l'incordigia con un reale alleggerimento della situazione debitoria dell'Italia.
    Si rifletta anche sui guadagni di personaggi dello sport, del cinema e della televisione.
    Come si può tollerare che uno di questi per una performance guadagni quanto un normale lavoratore non riesca ad ottenere in una vita? E tutto ciò, senza rendercene nemmeno conto, purtroppo siamo tutti noi a determinarlo con i nostri comportamenti quotidiani. Sarebbe ora di rendercene conto e cambiare atteggiamento.

    RispondiElimina
  33. qui avete tutti ragione,ci vuole solo la rivoluzione,è inutile...ci vuole solo tanto sangue e teste tagliare come la rivoluzione francese o bolscevica...con le parole te la girano e rigirano sempre come vogliono loro...e poi i leghisti li farei scomparire dalla faccia della terra per primi dato hanno la faccia tosta di parlare male di roma ma da roma portano via un sacco di soldi..perchè non stanno a mantova a vivere di elemosina al parlamento padano?

    RispondiElimina
  34. La politica è la rovina dell'Italia bisognerebbe fare come in Islanda ma purtroppo noi italiani facciamo finta di star bene così secondo me siamo arrivati ai limiti della sopportazione della classe politica che ci governa; o questa stavolta taglia veramente la spesa politica nell'immediato o altrimenti rischia grosso

    RispondiElimina
  35. Molti commentatori non tengono conto della distinzione tra LAVORO e incarico o carica.
    Chi lavora di più ha diritto a guadagnare di più. Giusto.
    Ma dovresti lavorare. Non voglio dire, come sarebbe facile, che questi RUBANO, ma se fai il sidaco non puoi fare il deputato, matematicamente. Quindi rinuncia ad uno stipendio o scegli cosa vuoi fare e lascia l'altro incarico.
    Che poi i soldi per coprire i danni del loro "lavoro" li chiedono a NOI!

    RispondiElimina
  36. purtroppo la politica è un magna magna e chi può rubare ruba, ci vorrebbero altre leggi ma, questi ladri non sono degli scemi per cambiarli

    RispondiElimina
  37. bravi amici vi elogio tutti,ma pr4ego tutti gli Italiani di agire davvero .....e subito!!!!!!l'essere umano anche se intelligente e ....furbo deve attenersi davvero alla GIUSTIZIA del SOCIALE SE NO é solo ABUSO!!!cosa dice il clero? che dinnanzi a DIO siamo tutti uguali e loro che ci stanno a fare dentro la nostra amata nazione? alòtri privilegiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  38. chiacchiere.....solo con la rivoluzione può cambiare qualcosa

    RispondiElimina
  39. basterebbe che la retribuzione fosse data in proporzione al tempo impiegato per la carica: se un operaio fa 2 lavori part-time non prende mica due retribuzioni, prende metà di una e metà dell'altra.fai il parlamentare 3 giorni invece di 5? prendi 3/5 dello stipendio. se gli altri due giorni fai il sindaco prendi anche i 2/5 da sindaco. ma nessuno rinuncerebbe alla parte da parlamentare per prendere meno ( a meno che non faccia il sindaco proprio come una missione) Problema risolto! automaticamente non appena eletto un parlamentare pur di guadagnarsi la paga intera lascerebbe l'incarico da sindaco( e qui si vede quanta fiducia ho nel fatto che i parlamentari si facciano eleggere per il bene del paese...)

    RispondiElimina
  40. RIVOLUZIONE RIVOLUZIONE RIVOLUZIONE ..ANDIAMO A FARE LA MARCIA SU ROMA TUTTI NOI CITTADINI TUTTI INSIEME IN UN GIORNO PREFISSATO E BUTTIAMOLI TUTTI FUORI DAL PARLAMENTE DA PALAZZO CHIGI ...CI VUOLE LA RIVOLUZIONE CHE SIGNIFICA CAMBIARE LA SITUAZIONE RADICALMENTE

    RispondiElimina
  41. In Italia andrebbe azzerato tutto. Fare un reset generale di tutte le cariche pubbliche e un'assemblea costituente che ridetermini tutte le regole della politica a tutti i livelli (dal parlamento a più piccolo comune). Basta privilegi ottocenteschi; stipendi in linea con l'Europa e regole che facciano sì che la politica (ribadisco a tutti i livelli) sia realmente un servizio allop stato e non il modo migliore, più rapido e sicuro per arricchirsi. Di buone proposte ce ne sono (anche da Grillo, che io detesto, sono venute idee accettabili tipo il n. massimo di legislature). Se uno vuole vivere di politica, aòcuni anni li fa in parlamento, gli altri li fa all'interno del partito (stipendiato dal partito e non dai cittadini). Che giustamente la politica (con i suoi giornali, le sue associazioni, fondazioni, ecc.) si finanzi da sè o si faccia finanziare (in modo trasparente) dalle lobby dei cui interressi sono portatori.

    RispondiElimina
  42. Invece di scriverci 10, 100, 1000 volte le stesse cose (tra l'altro leggevo poco fa che Feltri è andato in pensione a 53 anni con quasi 180.000 euro e continua a lavorare ben pagato,e dice ora che bisogna innalzare a 67anni!)quando ci muoveremo per riprenderci i nostri soldi e i nostri diritti e cacciare queste sanguisughe (destra e sinistra)che continueremo altrimenti a mantenere nel lusso, senza LAVORARE, vita natural durante?! Ora basta.

    RispondiElimina
  43. Tra l'altro FELTRI lo paghiamo noi 2 volte!!!
    Perciò..giusto..RIVOLUZIONE,RIVOLUZIONE..
    ARMIAMOCI E PARTITE IO VI ASPETTO VINCITORI!!!!

    RispondiElimina
  44. non pensavo che questo post (e non altri) fosse cosí interessante!
    mi permetto di precisare il mio pensiero, non vorrei esser frainteso: dal punto di vista finanziario il problema dei costi della politica é solo uno dei tanti problemi che si colloca al secondo posto, ben altre sono le scelte importanti per un'italia migliore (proprio per questo mi fa ridere che questo post e non altri sia stato visto da cosí tante persone).
    ma visto dal punto di vista etico i "doppi incarichi" in politica sono un grandissimo problema! non é vero che, come ha scritto qualcuno, tutti noi facciamo due/tre lavori; per legge in italia é vietato avere due lavori a tempo indeterminato contemporaneamente. Certo, ci sono i contratti a progetto ed a ore, la partita iva, molti insomma sono i metodi per arrotondare, ma, ripeto, non si possono fare due lavori a tempo pieno. e visto che io credo nell'importanza della funzione degli amministratori pubblici (un buon politico farebbe molto bene all'italia, un cattivo politico fa molto male all'italia), credo che bisognerebbe fare il senatore, o l'assessore regionale a tempo pieno e con tutte le proprie forze. per questo credo che ci dovrebbe essere una legge che vieti l'accumulo di alcune tipologie di incarichi politici, cosí come é vietato appunto avere due impieghi contemporaneamente.
    l'etica é importante, se tutti noi fossimo eticamente responsabili l'italia sarebbe di colpo migliore. per questo penso che i politici, essendo i nostri rappresentanti, dovrebbero avere l'obbligo (morale?) di un comportamento etico. a partire da quelli privati e spiccioli (cfr. ruby) per passare da quelli politici (doppi incarichi, assenze parlamentari, aumento sottosegretari...) ed arrivare a quelli di natura penale (cfr. tangenti da imprenditori, mazzette a giudici, collusioni con mafia...)

    RispondiElimina
  45. li lista e troppo di parte,si parla solo di pdl lega e qualche altro,mancano gli incarichi delle regioni amministrate dalla sinistra.che forse non si devono sapere ?

    RispondiElimina
  46. veramente ci sono anche del pd!
    é la lista comprensiva di deputati, senatori e parlamentari europei con doppio incarico. comunque é vero che il centro-destra la fa da padrone... non sempre i partiti sono "tutti uguali"!

    RispondiElimina
  47. I nostri politici sono dei lavoratori? Ma non prendiamoci in giro! Non si capisce perhè degli affermati professionisti,per esempio, preferiscono fare politica piuttosto che esercitare la loro professione.Semplice guadagnano di piu' senza rischiare nulla.Cmq chiunque puo' fare uno o piu' lavori, basti che non gravi sul bilancio dello stato.Ma visto che la classe politica italica è, in massima parte parassitaria,è giusto che chi fà politica o la fà a tempo pieno, o si dimette è fa' tutti i lavori che vuole.

    RispondiElimina